Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La Pubblica Amministrazione (e la Scuola) vive nella dimensione digitale e il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.Lgs. 82/2005) dimostra che tutte le informazioni, i documenti e i dati della Pubblica Amministrazione sono oggi proiettati in tale dimensione. Il documento amministrativo nasce come originale informatico, viene sottoscritto digitalmente, trasmesso telematicamente, trattato con gli strumenti informatici e, infine, conservato digitalmente. In sostanza tutto il “ciclo vitale” delle informazioni della Pubblica Amministrazione si svolge in una dimensione digitale e telematica. Ciò comporta un importante cambio di prospettiva: dobbiamo, infatti, abituarci (a prescindere dal concetto - monolitico - di “documento”) a parlare di “dati” della PA e, conseguentemente, della loro protezione. Il tema della sicurezza informatica, pertanto, riveste un’importanza fondamentale e strategica affinché la Pubblica Amministrazione possa operare correttamente e senza soluzione di continuità. La protezione del dato digitale, da materia per pochi eletti, è diventata centrale, visto anche il costante aumento delle violazioni (più o meno rilevanti) ai sistemi informatici, o di perdite di dati dovute a negligenze o malfunzionamenti di sistema, che interessano - quasi indistintamente - privati, aziende e pubbliche amministrazioni. La sicurezza informatica ha lo scopo di minimizzare questi rischi (posto che la sicurezza assoluta è, nell’ecosistema digitale, un’aspirazione velleitaria e tecnicamente irraggiungibile), oltre a quello di garantire il raggiungimento di tre obiettivi: la confidenzialità, l’integrità e la disponibilità delle informazioni. La triade composta da confidenzialità, integrità e disponibilità delle informazioni (in inglese indicata con l’acronimo CIA, per Confidentiality, Integrity e Availability) rappresenta il fulcro e la finalità della sicurezza. Infatti, come nota il recente1 comunicato dell’Alta rappresentanza per gli affari esteri e la sicurezza al Consiglio e al Parlamento Europeo, “benché ci impegniamo costantemente a migliorare la nostra cyber-sicurezza, i rischi sono in continuo aumento ed evoluzione in linea con la trasformazione digitale alla quale stiamo assistendo”.

Scuola in Chiaro

 

Accesso a Omnia registro elettronico

Albo on line

albo on line

 
 

Accesso Piattaforma Pearson Academy

 

Accesso Sito Web del MIUR

 

Accesso Sistema Nazionale di Valutazione

 

Carta del Docente

 

Istanze Online

 

Pago in Rete

 

Open MIUR - Portale Unico dei Dati

 

Piano per la formazione in servizio dei docenti 2016/2019

 

INValSI

 

Fondi Strutturali Europei - PON 2014/2020

 

Piattaforma S.O.F.I.A.

 

Statistiche

Visite agli articoli
111234
Go to top